Ecobonus scontato in fattura: le osservazioni dell’Antitrust

Molto critica l'Antitrust sull'ecobonus scontato in fattura.

L'art.10 del Decreto Crescita ha stabilito che, in alternativa alla detrazione fiscale  delle spese sostenute in rate annuali per dieci anni, il cittadino può chiedere lo sconto direttamente in fattura all'azienda che ha fatto i lavori.

In parole semplici, se io cambio la caldaia e il costo per sostituirla è di € 2000, posso detrarre il 50% (€ 1000) in rate annuali per dieci anni (€ 100 all'anno), oppure chiedere all'idraulico che mi ha fatto il lavoro, lo sconto del 50% direttamente in fattura, pertanto pagherei € 1000 invece che € 2000.

(altro…)

Rifacimento bagni e bonus ristrutturazione

Mi capita spesso che qualche cliente chieda: "ma se rifaccio il bagno, ho diritto alla detrazione del 50% per ristrutturazione ?"

La risposta é duplice:

1) se per rifacimento del bagno intendi la sola sostituzione degli elementi (lavabo, water, bidet o vasca), la risposta è NO, perchè in questo caso si tratta di opere di manutenzione ordinaria che non rientrano nella possibilità di detrazione del 50% per ristrutturazione;

2) se per rifacimento del bagno intendi, invece, rifarlo completamente, pertanto pavimenti, rivestimenti, impianti ed elementi, allora la risposta è SI, perchè in questo caso si tratta di vere e proprie opere di manutenzione straordinaria che rientrano nel bonus del 50%, anche se non necessita di alcuna pratica edilizia da presentare in comune.

 
 

#s3gt_translate_tooltip_mini { display: none !important; }

Riqualificare energeticamente un edificio: vantaggi e bonus

Riqualificare perchè ?

Riqualificare perchè ? semplice, perchè hai vantaggi economici ma non solo, anche di tipo energetico e di comfort dell'ambiente in cui vivi, senza poi contare la riduzione del livello di inquinamento.

Sull'esistente è fondamentale riqualificare, considerata la vetustà del nostro parco immobili in Italia (abbastanza "vecchiotto").

Su cosa puoi intervenire ?

  • puoi farlo sull'involucro edilizio con la coibentazione dell'involucro edilizio (pareti esterne, tetto, pavimento, serramenti),
  • oppure intervenendo sull'impianto di climatizzazione, sostituendo la caldaia oppure introducendo un sistema di regolazione del calore di ultima generazione, che prende in considerazione la temperatura esterna e di conseguenza regola quella interna.

Non dimentichiamoci che, per questi lavori, esiste un bonus a livello fiscale (ecobonus), che ti permette, in dieci anni, di detrarre una certa percentuale delle spese sostenute (50% o 65% in base al tipo di intervento).